Posts Tagged ‘fotografia’

La cooperativa del microstock: Stocksy

Stocksy-head

Dopo un teaser di più di un mese ieri il sito di Stocksy è online. Ma cos’è Stocksy? E’ un’agenzia fotografica gestita come una cooperativa in cui i fotografi che affidano ad essa le proprie foto per essere vendute, sono anche soci dell’azienda e pertanto potranno avere voce in capito sulla direzione in cui dovrà muoversi. Il concetto è molto bello, democratico e decisamente una rottura con il modus operandi delle altre agenzie. Vediamo le differenze tra Stocksy e le altre agenzie.


Ricerca personale o voglia di stupire a tutti i costi?

È un dubbio che mi ronza in testa da un po’ di tempo. Quando vedo progetti fotografici come questo e questo, di primo acchito mi viene la tentazione di bollarli come tentativi di attirare l’attenzione tramite espedienti in cui la fotografica c’entra poco, se non come mero strumento utilizzato per documentare il progetto, piuttosto che per un’effettiva ricerca personale ma non essendo un malpensante d’abitudine mi faccio assalire dal dubbio. E penso.

Vero è che inventarsi qualcosa di nuovo è sempre difficile e se ti attieni ai canoni classici difficilmente innoverai veramente ma talvolta sembra che la sperimentazione venga travisata.


Tutti pazzi per la fotografia. A volte anche un po’ scemi

Nikon D700Ma guarda che il mondo a volte è proprio strano. E il nostro mondo, quello della fotografia a volte, sembra proprio impazzito.

Notizia di pochi giorni fa una foto è stata battuta all’asta per la strabiliante cifra di 4,3 milioni di dollari. Quattromilionietrecentotrentottomilacinquecento dollari! Dev’essere qualcosa di fenomenale, di memorabile, al limite delle possibilità. Scattata da un guru della fotografia, un gotha della comunicazione visiva. Qualcosa di unico, irripetibile e assolutamente irriproducibile per valere così tanto.


Il nuovo b-grip: come averne uno in omaggio

b-grip_newQualche mese fa ero alla ricerca di un modo intelligente per trasportare la macchina fotografica durante le mie passeggiate e mi imbattei nel b-grip, una soluzione davvero innovativa. Fu amore a prima vista, tanto che ne scrissi una recensione entusiastica.

Pochi mesi dopo il lancio del b-grip ecco arrivare il primo restyling e i ragazzi della CP Tech di Bologna, che lessero la mia recensione a suo tempo, mi hanno mandato dei campioni omaggio per valutare insieme i miglioramenti. 

Ma sono andati anche oltre e abbiamo organizzato un Give-Away di cui ti parlerò tra poco. Una ghiotta occasione per poter ricevere un b-grip in omaggio!


Il rumore digitale: croce e delizia di ogni fotografo

noisePer qualcuno aggiunge un tocco di classe alle foto in bianco e nero, per altri è il nemico giurato di uno scatto perfetto. Il rumore è da sempre una componente della fotografia.

Su pellicola si chiamava grana ed era dovuto alla texture dell’emulsione, in digitale il risultato è lo stesso, un disturbo a puntini visibile soprattutto nelle aree uniformi, ma è dovuto ad un altro motivo.

Ci sono modi per controllare il rumore durante lo scatto in modo da non dover quasi intervenire in post-produzione e ottenere fotografie con la minor quantità di rumore possibile.


 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: