Photoshop è troppo caro? Affittalo!

You are currently browsing comments. If you would like to return to the full story, you can read the full entry here: “Photoshop è troppo caro? Affittalo!”.

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

29 commenti

  1. A differenza di te io trovo che CONVIENE anche se si fa l’abbonamento solo per un programma.

    Prendiamo Photoshop (ITALIANO).
    Un abbonamento annuale costa 24 €/mese che sono 288 Euro annui contro i 966 € di un acquisto + 277 Euro di aggiornamento ogni 2 anni. Se i calcoli non mi tradiscono ci vogliono oltre 4 anni di abbonamento per “pareggiare” il costo che tutto sommato dovresti sostenere per la licenza singola.

    Tra l’altro un aspetto che forse non viene considerato è che la licenza in abbonamento è valida indipendentemente se usi Photoshop su piattaforma Mac o Windows.
    Con la licenza singola – se le cose non sono cambiate – devi scegliere al momento dell’acquisto quale piattaforma userai e sei vincolato a quella; almeno così è stata la mia esperienza con Dreamweaver. Che tradotto in parole povere significa che se un giorno decidi di passare da Mac a Win o viceversa saresti costretto a ri-acquistare nuovamente le licenze a prezzo pieno.

    Inoltre (se non sbaglio) con la licenza in abbonamento puoi installare i software su più macchine ed usare quella che ti serve di volta in volta… comodo se ho un fisso a casa, uno in ufficio e un portatile che uso per le “trasferte”.

    Ciao Ale! :D

  2. Ale, non hai letto il post! Confessa!!! :D
    Ultimo punto elencato tra i vantaggi
    Puoi cambiare piattaforma quando vuoi (Win o Mac)

    Per il resto sono d’accordo, conviene anche con la versione singola anche se mi ricordavo una cifra mensile più alta…invece!

    Con la Creative Cloud puoi installare i prodotti su due macchine diverse, ma usarne una sola per volta.

  3. OMG!
    Fantastico!! Non ne sapevo ancora nulla, ottimo articolo… shared ovunque!

    Marco
    Time Lapse Italia

  4. Volevo solo farvi presente che per cambiare piattaforma con la licenza non costa nulla devi solo contattare il servizio assistenza e ti mandano il cd nuovo, inoltre lo puoi installare su tutte le macchine che vuoi sempre usandone una alla volta

  5. @Ale: il mio prof di italiano delle superiori diceva che ero peggio di un mafioso siciliano! Durante le interrogazioni non confessavo nemmeno sotto tortura! :D

    @Flavio: parli per esperienza diretta? Io con la licenza Dreamweaver quando a lavoro siamo passati da Windows a Mac avevo notato che la licenza non veniva riconosciuta. Alla richiesta di info Adobe mi rispose chiaro e tondo che dovevo acquistare una licenza per “MAC” e non esisteva alcun tipo di sconto per chi voleva fare lo switch.

    Se ci pensi Flavio sembra quasi una cosa assurda, però a guardar bene facendo la procedura di acquisto di una licenza nello store ti chiede di indicare in modo specifico la piattaforma, mentre nella procedura di abbonamento la indica come promiscua (mac/win).

    Spero di sbagliarmi.

  6. Parlo per esperienza diretta, l’anno scorso sono passato da win a mac e come ho detto non ho avuto nessun problema, chiamando il servizio assistenza adobe mi hanno mandato un nuovo cd con la versione per mac con un nuovo numero di licenza e hanno disattivato quella vecchia.

  7. Credo che da qualche tempo a questa parte Adobe abbia rivisto le sue policy per il cambio di piattaforma su una stessa licenza. Anche io avevo sentito qualcuno che era riuscito a farsi fare un cambio senza ripagare la licenza.

  8. Avevo fatto l’analisi tempo fa, essendo un abbonamento, per forza di cose il costo si abbatte *in ogni caso* prima o poi. Se hai intenzione di fare questo lavoro a lungo l’abbonamento non conviene. Neanche *tanto* a lungo, anche 4 anni.

    http://d.pr/i/kDtE

    http://d.pr/i/e9Xx

    I miei calcoli prevedono l’acquisto di ogni aggiornamento, ovviamente se saltate qualche versione (come suppongo già facciate) abbattete i costi ancora prima.

    La creative cloud conviene solo per gli studio che usano tanti dei programmi offerti (magari da diverse persone tra audio, video, grafica e web) ma se ne devi usare uno o due decisamente no.

  9. Stavo valutando anch’io la possibilità di passare alla CC avendo così la possibilità di accedere a tutta la suite Adobe ad un prezzo ragionevole…

    Ho letto però le proiezioni dei costi fatte da @Federico nei primi 3 anni si ha il risparmio, ma poi secondo i suoi calcoli questo risparmio viene a sparire anzi, i costi aumentano…

    Avete deciso a cosa affidarvi? Alla “nuvola” o ai “dischi di installazione”?

  10. Per me la Creative Cloud è stata la soluzione migliore. Uso abitualmente i seguenti prodotti:

    • Lightroom
    • Photoshop
    • After Effects
    • Premiere
    • Acrobat
    • InDesign

    per cui comprare le licenze mi costerebbe troppo e i tempi di ammortamento diventano così lunghi da non riuscire a fare previsioni su cosa potrà offrire il mercato tra 7 o 8 anni. In più uso le App per iPad, lo spazio sulla cloud e Revel…

    Con questi presupposti tra cloud e CD non c’è storia: cloud tutta la vita. Se usi meno prodotti il discorso è un po’ meno chiaro ma puoi facilmente trarre le tue conclusioni

  11. Un appunto: trattandosi di fattura con operazione intracomunitaria, normalmente la registrazione di tale fattura prevede una certa procedura che il commercialista mette in conto trimestralmente per una o più fatture di questo tipo. Il mio ad es. mette in conto 60 euro + iva per la registrazione di tali fatture ma sento di cifre ben più alte. Se avete altre operazioni intracomunitarie da registrare comunque, allora non cambia poi molto (es. campagne di Adwords di Google), ma se dovete registrare solo le fatture di Adobe tenete presente dell’ulteriore costo a cui andate incontro annualmente. A presto!

  12. Ottimo spunto fiscale! Non l’ho considerato perchè effettivamente ho spesso fatture intracomunitarie da gestire. Però a dirla tutta il mio commercialista non mi ha mai fatto pagare la dichiarazione intrastat (mi pare si chiami così). Probabilmente è a discrezione del commercialista e dal tipo di rapporto che avete con esso.

  13. Alessandro hai proprio ragione: Cloud tutta la vita, cioè paghi a vita, ogni mese, anche perché se smetti di pagare non ti rimane nulla in mano ;)

    E questo Adobe l’ha proprio capito, infatti ha tolto di mezzo l’acquisto ed ora son tutti a noleggio. Contenti voi :D C’è gente che lavora benissimo ancora con la CS2

  14. Non dico sia il meglio assoluto per tutti. Come ho esposto nel post, per chi ha esigenze simili alle mie, conviene. Certo puoi lavorare con CS2 ma tanto per dirne una, per me il Content Aware Fill e gli strumenti come il Refine Edges di CS6 rendono la vita molto più semplice ed aumentano la produttività per cui non lavorare con PS CS2 per me avrebbe un costo maggiore. Dipende dalle esigenze, non ci sono valori assoluti.

    In ogni caso, non credo che Adobe abbia messo la parola fine al discorso. Stando a quanto scrivono sul loro blog si direbbe che si sono resi conto che un fetta importante dei loro clienti potrebbe non gradire questa mossa. Secondo me seguiranno ulteriori sviluppi.

  15. Anche nel mio caso definitivamente meglio pagare il software “a noleggio” ed avere sempre la versione aggiornata, considerando che esce una nuova versione quasi ogni anno. Io faccio attività di docenza sugli applicativi Adobe e pertanto ho l’abbonamento con lo sconto docente di circa il 50%, ma anche a prezzo pieno (50 + iva mi sembra) la convenienza c’è. In un anno vi costa meno di quanto pagate il commercialista, il tutto per avere una suite completa di prodotti professionali sempre aggiornati. Ci sono applicativi in giro che costano ben di più e non valgono neanche un decimo…. e il fatto di pagare una volta al mese rende la spesa meno pesante piuttosto che l’acquisto una tantum. Unico neo, come dicevo, l’operazione intracomunitaria da fare per dichiarare ogni acquisto che purtroppo quasi sempre viene messa in conto dal commercialista. In realtà si può espletare questa operazione anche da soli, ma bisogna prima dotarsi di firma digitale presso la propria camera di commercio (solitamente tessera con chip apposito) e lettore relativo, + software da scaricare per la lettura. poi bisogna fare una richiesta all’ufficio doganale locale, e quando la richiesta viene approvata bisogna ritirare un documento di persona (putroppo siamo sempre in Italia e nonostante pec, firma digitale etc. siamo ancora con le vecchie carte e cerelacche) dopodichè si può utilizzare un apposito applicativo online messo a disposizione dall’agenzia dogane. a questo link trovate i riferimenti: http://assistenza.agenziadogane.it/SRVS/CGI-BIN/WEBCGI.EXE?New,new,kb=tel_dogane_procedura,Solution=Schema_compilazione_verif_intra,Company={E825E3F2-1290-4D3A-881B-3BB45EEF7734}
    spero possa essere utile a qualcuno, ciao.

  16. Grazie Daniele per l’approfondimento fiscale. Sono convinti che sia un’informazione utile a molti professionisti con partita IVA!

  17. Posso installare su 2 mac (Per esempio fisso e portatile) la stessa licenza?

  18. Sì ed è anche possibile usarli contemporaneamente come la stessa Adobe ha chiarito

    http://forums.adobe.com/message/5378400

  19. Scusate ho trovato questo post utilissimo e vedo che siete tutti esperti quindi vorrei chiedere…
    Sto facendo un corso di grafica e mi servirebbe continuare a usare photoshop anche dopo il periodo di prova (devo avere ancora 3 o 4 giorni temo). Ma non volevo spendere un botto (considerando che spero di trovare lavoro nel campo grafico…quindi vi lascio immaginare la quantità tutt’altro astronomica di soldi che posso spendere).
    Non ho partita iva, sono “persona normale” diciamola così.
    Cosa mi conviene fare per avere Photoshop? Perchè non mi capisco molto devo dire sul sito, né i tempi di pagamento (si mensili, ma quanti mesi?) né ad esempio se ci sono nuove versioni si aggiornano automaticamente o le devo poi comprare?
    E se volessi oltre a Photoshop, anche Indesign e Illustrator, cosa mi conviene?
    Ho visto che ci sono diversi piani di abbonamento, con una scontistica fino al 31 luglio… Ma conviene fare Cloud o abbonamento allora, a seconda del caso?
    Volevo chiamare il centro assistenza anche, ma dati gli esperti qui presenti, vorrei sapere anche la vostra opinione e non solo quella dei tecnici adobe.
    Grazie mille!

  20. La Creative Cloud è in abbonamento mensile. Da giugno non è più possibile acquistare una licenza perpetua di Photoshop. Quindi per avere Photoshop, anche solo per pochi giorni puoi affittarlo a 19 euro (mi pare) per un solo mese e lo puoi fare anche come privato, quindi senza partita IVA.

    Se vuoi avere anche altri strumenti della Creative Suite ti conviene spendere un po’ di più e prendere tutti i prodotti CC. Un mese di affitto mi pare che costi circa 50 euro ma controlla meglio sul sito.

Lascia un commento


 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: