Photoshop è troppo caro? Affittalo!

Photoshop è caro. C’è poco da dire, ha un costo elevato. Però è anche lo standard de facto per lo sviluppo delle foto. Nelle ultime versioni hanno introdotto dei tool che lo rendono uno strumento indispensabile per elaborare le foto in maniera rapida e professionale.

Ormai quasi tutti i fotografi, dal professionista all’appassionato, ce l’ha installato sul proprio computer. Purtroppo, visti i costi, spesso viene installata una versione pirata scaricata da internet. Queste versioni però hanno dei limiti. Ad esempio, tralasciando le implicazioni etiche e legali, non possono scaricare gli aggiornamenti come Camera Raw e se hai appena acquistato l’ultimo modello di macchina fotografica può essere un problema.

E allora che fare? Le versioni pirata sono monche ed illegali, quelle legali costano un botto. La soluzione potrebbe essere la nuova Creative Cloud.

Avevo già parlato di cloud e non in termini ottimistici ma con la Creative Cloud il discorso è un po’ diverso perchè non si parla di dati in the cloud, almeno non solo. Ad essere sincero il cloud propriamente detto non c’entra molto, pare più una trovata markettara, però il concetto è semplice ed efficace.

  1. Ti abboni alla Creative Cloud
  2. Scarichi l’ultima versione di Photoshop
  3. La installi sul tuo computer
  4. La usi finchè l’abbonamento è valido

A contorno di questo ci sono altri servizi e benefit, come ad esempio lo spazio sulla cloud Adobe (una vera cloud) per la condivisione dei file. In pratica affitti Photoshop e lo usi come se avessi acquistato una licenza fintanto che il tuo abbonamento è valido.

Questo tipo di offerta ha diversi vantaggi e qualche svantaggio:

  • Hai sempre l’ultima versione a disposizione
  • Il costo di ingresso è più basso dell’acquisto delle licenze
  • Puoi scegliere se abbonarti a alla Creative Cloud o ai singoli prodotti
  • Puoi abbonarti anche solo per un mese, sospendere e ri-abbonarti
  • Sei perfettamente in regola con le licenze
  • Puoi cambiare piattaforma quando vuoi (Win o Mac)

Gli svantaggi sono facili da immaginare

  • Per continuare ad usare il prodotto devi essere abbonato
  • Non acquisti mai il prodotto

Ma conviene veramente?

Per capire se ti conviene o meno occorre fare due conti. Questi sono quelli che ho fatto per le mie esigenze prima di abbonarmi alla Creative Cloud.

Uso regolarmente Lightroom e Photoshop, saltuariamente After Effects per i timelapse e i video. Per comprare ex novo i tre programmi dovrei spendere

  • Lightroom 134 euro
  • Photoshop CS6 960 euro
  • After Effects 1.380 euro

Per un totale di 2.474 euro. Mica male per iniziare. Poi c’è da considerare che ogni anno e mezzo, facciamo due per comodità, escono nuove versioni e che sarebbe utile comprare l’aggiornamento. Per determinare il costo di aggiornamento mi sono basato sulle versioni attuali.

  • Lightroom 76 euro
  • Photoshop 274 euro
  • After Effects 209 euro

Dal secondo anno di utilizzo bisognerebbe quindi considerare altri 559 euro. Non è necessario comprare l’ultimo aggiornamento, si potrebbe saltare una versione ogni due così da saltarne una e prolungare l’investimento iniziale portandolo a 4 anni ma ad esempio l’aggiornamento ad After Effect da versioni precedenti alla 5.5 costa quasi il doppio.

Quindi in definitiva nei primi 4 anni spenderei 2.474 euro per le licenze iniziali + 559 euro di aggiornamenti per un totale di 3.033 euro.

Il costo mensile per l’abbonamento alla Creative Cloud è di 60 euro quindi prima di arrivare al pareggio con l’offerta a licenza occorrono 4 anni di abbonamento. È interessante notare che dopo 4 anni il costo di mantenimento dell’abbonamento e dei software a licenza è molto simile con la non trascurabile differenza che la Creative Cloud ti mette a disposizione anche strumenti come Premiere, InDesign, Acrobat (non il Reader, nè!), Illustrator, tutte le App per iOS (Photoshop Touch, ecc), spazio sulla cloud Adobe e altro ancora. Sul sito di Adobe trovi la lista delle applicazioni disponibili.

Conviene!

A conti fatti se hai bisogno almeno di tre diversi prodotti con un costo per le licenze simile a quello che ho ipotizzato, conviene la versione Creative Cloud. Se ti occorre solo Lightroom e Photoshop conviene acquistare le singole licenze. Se poi Photoshop non ti serve in maniera continuativa potresti anche valutare di abbonarti solo per i mesi in cui lo utilizzi realmente, spendendo circa 22 euro al mese.

Un’ultima considerazione sotto l’aspetto fiscale: tutti i costi, sia per l’abbonamento che per le licenze, sono detraibili dai professionisti con partita IVA. La differenza è che il costo delle licenze è un cespite che figura negli studi di settore e viene ammortato in 4 anni mentre l’abbonamento, essendo un servizio, non è un cespite ed è deducibile nell’anno di esercizio. Detto un po’ in legalese, ma in soldoni significa che per il fisco le tue licenze sono valide per 4 anni, mentre in realtà ogni 2 compri un aggiornamento, e siccome hai tanti software in carico fatturerai di più di uno che usa gli abbonamenti. Pazzesco ma è così, chiedi al tuo commercialista. Tra l’altro l’IVA sui 60 euro siccome è intracomunitaria (la fattura la fa la Adobe irlandese) viene scorporata e quindi il costo fatturato dell’abbonamento è di 50 euro interamente detraibili.

In realtà ci sono molte combinazioni, opzioni e altri aspetti che non ho considerato per brevità ma la  Creative Cloud di Adobe mi ha convinto! Se hai domande e cerchi risposte puoi cominciare dalla pagina delle FAQ sulla Creative Cloud e se non riesci a trovare le risposte che cerchi puoi contattare il supporto clienti. Con me sono stati precisissimi e cortesi. 

La Creative Cloud per me è stato un buon affare, soprattutto considerando che stavo meditando l’acquisto di After Effects, forse lo è anche per te.

 

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

27 commenti

  1. Ho capito, grazie mille :)

  2. Direi che qui la pensano assai diversamente:
    http://www.moderncolorworkflow.com/blog/a-controversy-and-its-consequences
    Evidentemente non tutti vedono le cose allo stesso modo e non possiamo certo parlare di dilettanti allo sbaraglio. Il mondo è bello perchè è vario. Claudio

  3. Il pensiero diametralmente opposto al mio è proprio perchè partono da un’esigenza diversa dalla mia. Un piccolo fotografo che lavora esclusivamente da solo non ha certamente le stesse esigenze di uno studio, anche piccolo, in cui lavorano più persone. E’ un dibattito che ho già affrontato tempo addietro proprio con un amico che ha uno studio composto da 5 persone. A lui la CC costerà circa un 10% in più di quanto avrebbe pagato mantenendo la proprietà della licenza e aggiornando i software ogni 2 release.

    In ogni caso il post uscì un anno fa, quando venne annunciata la CC come alternativa all’acquisto della licenza. Senza dubbio, prima di fare una scelta (quando se ne ha l’occasione) è bene aver ben chiare le proprie necessità e farsi due conti.

  4. Ciao! Sto valutando di acquistare la Creative Cloud, ma ho letto che se si smette di pagare l’abbonamento non si ha più accesso ai propri file di lavoro “senza l’abbonamento anche i file in nostro possesso smettono di essere nostri in un certo senso, perché non li possiamo aprire o editare” (cit.)
    Qualcuno mi sa dire se è davvero così? Perchè se così fosse mi sembra un grosso limite! :((

  5. Volevo dire “Noleggiare la Creative Cloud”!!
    Grazie

  6. Mara, ni ovvero i file che hai salvato sul tuo computer sono sempre accessibili però se hai creato un PSD e non hai più Photoshop è ovvio che non lo potrai aprire. Se hai creato un JPEG o un TIFF potrai aprirli con qualsiasi altro editor o visualizzatore di immagini. Discorso a parte per i file nella cloud. Non sei obbligata a salvare i tuoi lavori nella cloud, ma se preferisci averli lì e non rinnovi l’abbonamento avrai 90 giorni per gestire i file sulla cloud. Per maggiori info leggi qui (forum Adobe, in inglese).

  7. grazie, l’ho acquistata da qualche settimana, per ora mi trovo bene! Mi semra una buona soluzione e poi per chi lavora freelance come me è comodo ritrovarsi i file nella Cloud!!
    Ciao!!

Lascia un commento


 
QR Code Business Card