Archivio del luglio, 2012

Photoshop è troppo caro? Affittalo!

Photoshop è caro. C’è poco da dire, ha un costo elevato. Però è anche lo standard de facto per lo sviluppo delle foto. Nelle ultime versioni hanno introdotto dei tool che lo rendono uno strumento indispensabile per elaborare le foto in maniera rapida e professionale.

Ormai quasi tutti i fotografi, dal professionista all’appassionato, ce l’ha installato sul proprio computer. Purtroppo, visti i costi, spesso viene installata una versione pirata scaricata da internet. Queste versioni però hanno dei limiti. Ad esempio, tralasciando le implicazioni etiche e legali, non possono scaricare gli aggiornamenti come Camera Raw e se hai appena acquistato l’ultimo modello di macchina fotografica può essere un problema.

E allora che fare? Le versioni pirata sono monche ed illegali, quelle legali costano un botto. La soluzione potrebbe essere la nuova Creative Cloud.


Model Release digitali: su iStock ora si può

easy releaseLe Model Release o Liberatorie sono una componente fondamentale per il lavoro di molti iStocker. Ogni foto che ritragga un modello o parte di esso deve essere caricata con una MR valida. Una per ogni modello ritratto e per ogni servizio (maggiori info sul sito di iStock).

Quindi se fotografo lo stesso modello a distanza di una settimana in contesti diversi, mi occorrono due liberatore. Fino a ieri l’unico modo per avere una liberatoria valida era scaricare la MR in PDF dal sito, compilarla, firmarla, farne una scansione e inviarla insieme alla foto. Un po’ laborioso. Da oggi è possibile usare delle App per smartphone per creare le MR. Un bel passo avanti per iStock e una bella comodità per i Contributor.



10 cose che ho imparato lavorando con iStockphoto

Ormai è un anno che sono attivo su iStockphoto e come mio solito faccio bilanci. Mi piace mettere in ordine tra le mille sensazioni che provo per capire razionalmente se un’esperienza è positiva o meno.

Guardando indietro rivedo le foto che ho pubblicato, quelle (molte) che mi hanno rifiutato, il tempo speso a scattare, post-produrre e taggare le foto e non ultime le royalties (poche) che ho guadagnato sin ora.

I soldi non sono tutto, lo credo sinceramente, sono importanti ma non sono l’unica cosa positiva che possa capitare in questa esperienza appena cominciata. Ho imparato, o a volte anche solo messo a fuoco, alcune cose che vorrei condividere con quanti si stanno avvicinando al mondo di iStock e che forse non considerano nei proprio conteggi.


Da Lightroom a Photoshop: andata e ritorno senza problemi

Uso Lightroom per gran parte del mio workflow ma Photoshop è ancora necessario per arrivare a fare quei ritocchi che Lightroom non permette. Applicare maschere complesse, eliminare un dettaglio di disturbo oppure elaborazioni sofisticate con livelli e metodi di fusione sono ancora appannaggio esclusivo di Photoshop.

Il passaggio da uno strumento all’altro non è un grosso problema a patto di rispettare alcune semplici indicazioni. Ci sono alcune opzioni inoltre che permettono di personalizzare il passaggio tra un programma e l’altro ma se vengono impostate male possono sorgere dei problemi. Vediamo come usare queste impostazioni per non impazzire e rendere il passaggio tra Lightroom e Photoshop una passeggiata.


 
QR Code Business Card