Lightroom 4.1: performance migliorate e qualche novità

Dopo un anomalo periodo di test durato più di un mese e ben due Release Candidate, Adobe ha finalmente rilasciato la versione definitiva di Lightroom 4.1. Le novità più attese erano un miglioramento delle prestazioni e il supporto per le nuove macchine fotografiche rilasciate in questo periodo. L’attesa non è stata vana e Adobe non ha deluso le aspettative. Vediamo cosa c’è di nuovo in questa nuova release.

La prima versione aveva di buono tutte le novità del PV2012, i nuovi moduli e tutto il resto ma ha lasciato un po’ di amaro in bocca per via delle prestazioni sottotono. I rallentamenti, soprattutto con file RAW di grosse dimensioni erano talvolta imbarazzanti e francamente era un po’ esasperante. Ma ecco che con Lightroom 4.1 torniamo alla reattività a cui eravamo abituati fino alla release 3.6. L’aggiornamento è gratuito in quanto è solo una release di mantenimento per cui, grazie Adobe!

Permane ancora un fastidioso (‘nsomma) bachetto per cui se si utilizza la Chiarezza in combinazione con la Riduzione rumore o l’aumento della Nitidezza le prestazioni vanno un po’ a farsi benedire. In Adobe sanno di questo problema e ci stanno lavorando ma per ora hanno preferito rilasciare comunque un aggiornamento per migliorare le prestazioni di tutto il resto. Quindi il consiglio è che se devi usare Clarity e Sharpening/Noise Reduction nella stessa foto fallo quando hai finito di lavorarci. Vediamo cos’altro c’è di buono in questa release.

Nuovi prodotti supportati

  • Nikon D4, D800, D800E
  • Canon 1DX, 5DMk3, G1X, S100V, 60Da
  • Fuji F505EXR, F605EXR, F770EXR, F775EXR, HS30EXR, HS33EXR, X-S1, X-Pro1
  • Leica M Monochrom, X2
  • Olympus OM-D E-M5
  • Panasonic DMC-GF5
  • Pentax K-01
  • Samsung NX20, NX210, NX1000
  • Sony Alpha NEX-F3, NEX-VG20, SLT-A37, SLT-A57
  • I profili di alcuni nuovi obiettivi da usare con la Correzione lenti

Le prestazioni

Hanno migliorato significativamente le prestazioni. Ora Lightroom è molto più reattivo e anche le attività più pesanti, come l’utilizzo del Pennello o l’apertura dei RAW della D800, risulta più rapida. Stiamo sempre parlando di RAW a 36MP quindi, sì, ci mette ancora un po’ ad aprirli, ma adesso per esempio sfrutta meglio la cache di ACR per cui quando riapri un file già processato è quasi istantaneo. L’ultimo aggiornamento del mio pc con un disco SSD ha dato un ulteriore incremento di prestazioni per cui personalmente mi trovo a lavorare quasi come sulla versione 3.6.

Gli altri aggiornamenti

Hanno corretto qualche altro baco come ad esempio:

  • Le curve custom (Point Curves) che si perdevano nella migrazione tra la versione 3.6 e la 4.0 ora vengono recuperate. Anche se avete già aggiornato il catalogo. Al primo avvio di LR 4.1 dovrebbe comparire una finestrella che vi  avvisa se avete delle foto che hanno subito questo bug. Confermando vengono create due Raccolte che contengono le foto che necessitano di una controllatina. Dopo la revisione potete cancellare le Raccolte create in automatico.
  • La chiarezza che a valori molto alti aveva un fastidioso viraggio grigio sulle alte luci ora è stato risolto
  • L’apertura nei plugin di terze parti (PhotoMatix, la suite della Nik software, ecc) che prima risultava compromessa ora è tornata a funzionare
  • Altri bachi di minore importanza o che si presentavano sporadicamente o solo ad alcuni utenti

Le novità

Ma la release 4.1 non porta con se solo correzioni di bug ma anche alcune novità, alcune piccoline come

  • La possibilità di esportare in JPEG per gli strumenti di terze parti
  • Il salvataggio dei progetti libro creati nel modulo Libro in formato JPEG
  • La gestione dei TIFF  a 32 bit come quelli generati per gli HDR 
  • La gestione dell’altitudine nelle tracce GPS del modulo Mappe
  • L’aggiunta di Adobe Revel (Carousel) ai Servizi di Pubblicazione

Altre novità invece sono decisamente notevoli. Ne avevamo già parlato in precedenza commentando le versioni di prova, le due Release Candidate, la versione 4.1 introduce un nuovo controllo specifico per la correzione di aberrazioni cromatiche e fringing. La recensione completa e le istruzioni per usarlo sono le post precedente.

Contestualmente è stato anche rilasciato un aggiornamento con le medesime novità per Adobe Camera Raw arrivando così alla versione 7.1. Se usate anche Photoshop è importante aggiornare anche quest’ultimo per avere una piena compatibilità tra i due strumenti. L’aggiornamento di ACR e di Lightroom sono gratuiti e si può ottenere semplicemente cliccando dal menu Aiuto\Ricerca aggiornamenti… Il setup di Lightroom è di circa 700 MB per Win e 400 MB per Mac OSX.

Sul blog ufficiale di Lightroom trovate l’annuncio con tutti gli aggiornamenti particolareggiati. 

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

24 commenti

  1. Eh.. allora aspettiamo che Adobe rilasci un nuovo aggiornamento che sistemi stà cosa… :)

  2. Già anche se dopo aver provato la Release Candidate della versione 4.2 rilasciata qualche giorno fa e non aver notato alcun miglioramento di performance comincio a pensare che forse non sarà una cosa certa ne ne tanto meno a breve termine.

  3. Ciao, sto iniziando ad approcciare Lightroom 4. Studio con un manuale in inglese.
    Ho creato un Preset di Metadati : come si può fare ad eliminarlo ? Non riesco a trovare istruzioni in merito
    Grazie molte
    Maurizio

  4. Dal modulo Libreria, vai nel menu Metadati\Modifica predefiniti metadati…. Nella finestra che appare, dalla tendina in alto, seleziona il preset che vuoi eliminate cliccando sul nome. Riapri la tendina e seleziona la voce Elimina predefinito “NomePredefinito”…. Conferma e voilà: il preset non c’è più.

    Un po’ macchinoso ma lo stesso sistema viene usato per le filigrane, nomi file e altri tipi di preset

Lascia un commento


*

 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: