NIKON D800 I AM THE BIG PICTURE

Finalmente ci siamo! La Nikon D800 è stata presentata ieri in un evento mondiale (annuncio ufficiale). Dopo travagliate vicissitudini che ne hanno decretato il rinvio per parecchi mesi ieri è stata finalmente annunciata la commercializzazione entro marzo. Amazon, B&H e altri negozi online già accettano prenotazioni e su internet si è scatenata una ridda di blogger pronti a postare immagini di esempio, raffronti con altri corpi macchina e chi più ne ha più ne metta. Potevo forse tirarmi indietro?

Aspettavo questo nuova macchina da più di un anno, ho seguito tutti i rumors che l’hanno vista protagonista e sono rimasto deluso come tutti dai rinvio che ha dovuto subire l’anno scorso a causa degli eccezionali eventi catastrofici. Ma finalmente è arrivata. Ecco il video di presentazione ufficiale Nital (in italiano)

 

Una interessante novità già rumoreggiata tempo addietro è che la D800 sarà disponibile in due versioni: D800 e D800E senza filtro antialiasing. Quest’ultima versione promette una nitidezza senza pari grazie alla rimozione del filtro antialiasing di fronte al sensore che serve principalmente per “ammorbidire” l’immagine e così evitare artefatti come l’effetto moirè. La versione E potrebbe essere molto interessante per gli amanti dell’architettura e del paesaggio, un po’ meno per i ritrattisti. Se siete curiosi di vedere la differenza potete vedere qualche scatto di esempio qui.

La cosa che mi lascia ancora un po’ perplesso, come già dissi in un post precedente, è la spaventosa risoluzione del sensore: 36.3 megapixel! Sono veramente una mole impressionante di informazioni che condizioneranno sicuramente il workflow dei futuri possessori di questo gioiello, in particolare per quanto riguarda l’archiviazione. Non necessariamente un fattore negativo ma è da tenere in conto se decidete di acquistarla.

Comunque per togliere subito ogni dubbio, la comprerò certamente. Devo solo decidere se sarà D800 o D800E, ma c’è tempo almeno fino a marzo prima di poterla avere tra le mani. Ormai la mia fidata D300 comincia a starmi un po’ stretta. La possibilità di sfruttare una buona qualità dei RAW anche ad ISO elevati combinata con una risoluzione eccezionale che permette di arrivare ad un terzo della dimensione originale pur avendo una foto da 12 MP garantirà senza dubbio una qualità facilmente sfruttabile in ambito commerciale. La possibilità di fare video in Full-HD oramai non è neanche più una novità ma un requisito fondamentale per un corpo professionale e la D800 è certamente un nuovo punto di riferimento per questo segmento. Anche la funzione HDR on camera promette nuovi scenari. Mi vengono in mente alcune idee per combinare questa novità con i timelapse…

Oltre alle affascinanti caratteristiche di questa nuova macchina avrei voluto anche sensibilità ISO vicine a quelle della D4, la possibilità di scattare in sRAW o mRAW per i timelapse e altre piccolezze, ma non c’è dubbio che la D800 abbiamo già segnato un nuovo livello di qualità per le reflex professionali.

Se volete dare uno sguardo a qualche scatto di esempio li trovate qui:

Sample ufficiali Nikon D800

Sample ufficiali Nikon D800E

Sample by Cliff Mautner

Vi lascio gustare un filmato realizzato con la Nikon D800 dove è possibile ammirarne la qualità di immagine anche in condizioni di luce scarsa e il behind the scenes che vale tanto quanto il filmato stesso!

Joy Ride from Sandro on Vimeo.

Joy Ride – Behind the Scenes from Sandro on Vimeo.

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

15 commenti

  1. Certamente una macchina impressionante, sia per lo still che per il video.
    Credo che per utilizzarla a pieno siano però necessarie nuove CF UDMA-7 (per scrivere velocemente i RAW da 75MB), nuovi lettori di CF e come minimo un sistema equipaggiato con USB 3 senza contare la necessità di lenti di fascia alta per sfruttare la qualità della macchina senza dover fare il downsampling.
    Concordo con Ale sullo storage. Speriamo quindi che la situazioni degli assemblatori di hard drive si stabilizzi in Tailandia e che i prezzi delle periferiche tornino ai livelli pre allagamento.
    Io non ho ancora deciso se prendere la versione con o senza filtro AA. Dai primi samples pare che gli artifatti introdotti su tessuti e pattern fini siano abbastanza pesanti e probabilmente non facilmente rimuovibili via software.

  2. Pienamente d’accordo su tutto. Proprio a proposito della D800E senza filtro AA potrebbe essere interessante vedere le potenzialità della correzione Moirè del nuovo Lightroom 4 ma bisogna avere degli scatti di prova che siano in RAW e dove ci siano degli artefatti. Sicuramente è una prova che voglio fare non appena sarà possibile.
    E comunque ‘sti 36MP un po’ fanno sognare!!!

  3. La guida nikon usa mi inquieta un po’. Il problema dei micromossi… Dello specchietto… La difrazione con il diaframma a f11…
    In prima istanza ero entusiasta e pronto al grande passo ora la ragione sta prendendo un po’ il sopravvento.
    Sinceramente non so se restare con la 7d/5d. O fare sto upgrade. O aspettare a quando sarà la risposta di canon. Certe caratteristiche della d800 sono fondamentali hdmi clean.
    La mia è una voce disperata che cerca aiuto, consigli e suggerimenti.

  4. @Dario: per il micromosso e lo specchietto mi sembrano suggerimenti dettati dal buonsenso che si applicano per qualunque macchina fotografica. Per il problema della qualità io ho già messo a budget un Tilt & Shift… E non dimenticare che la guida dice abbastanza tra le righe “se vuoi una buona qualità usa solo ottiche recenti”.

  5. @Antonio sono le agitazioni e i dubbi di chi deve spendere una fracca di soldi. :)

  6. Poi mi chiedo come funzionerà e che resa avrà sta macchina con ottiche tipo AF-D.
    A quale tilt&shift stai pensando?

  7. Sono d’accordo con Antonio, le raccomandazioni sullo specchio, diffrazione e treppiede sono norme comuni a tutte le macchine e tutte le ottiche, non solo alla D800E.
    Al posto tuo farei un altro tipo di valutazione: mi conviene cambiare un corredo Canon con uno Nikon solo perchè oggi è uscita la D800? Io non lo farei a cuor leggero, significa cambiare ottiche, adattarsi a nuovi menu e funzionalità, un AF diverso da quello Canon e una resa cromatica molto diversa, senza contare il non trascurabile dettaglio dei costi non proprio abbordabili. Il rischio è di trovarsi bene con la D800 tecnicamente, sulla carta (AF superiore, risoluzione pazzesca, video RAW ecc) ma sentirla “lontana” dal punto di vista artistico. Non sentirla più tua perchè diversa.

    Per la cronaca, senza fare il fanboy, non passerei a Canon solo per un corpo nuovo, dovrei avere motivazioni ben più stabili per farlo. L’elettronica va avanti a ritmi vertiginosi e in un paio d’anni al massimo rischi di voler tornare sui tuoi passi ma alleggerito nel portafoglio). all’epoca dell’uscita della 5DmkII qualcuno ci fece un pensiero e fece il balzo, ma adesso con la D800 probabilmente vorrebbe tornare su Nikon. ;-)

    Sicuramente anche Canon darà a breve una risposta commerciale a questa macchina, forse non farà battaglia sui MP ma certamente la farà sul mondo video. Non mollerà l’osso facilmente ;-)

  8. @Alessandro: condivido 100% il tuo pensiero sul passaggio, personalmente ritengo che invistire su di un brand o un altro è una scelta molto seria che ha tutta una serie di ricadute sugli investimenti e sulla learning curve.

    @Dario: quest’anno prendo il 45, l’anno prossimo prenderò il 24.

  9. Sono d’accordo con voi.
    Ho un piccolo corredo di ottiche nikon che uso tranquillamente su Canon con adattatori Adriano Lolli. Sono nato con Nikon poi per necessità sono dovuto passare a Canon.
    Non passerei a Nikon per amarcord ma per quelle caratteristiche video che se fossero su canon non mi farebbero perdere lavori.
    Sospetto che in pubblicità o nei videoclip la d800 prenderà il posto della 5dmkII (a meno di una pronta risposta della Canon).
    I passaggi da Nikon a Canon li vivo solo in funzione delle esigenze e dei lavori; e sapete meglio di me che spesse volte si è costretti a seguire le tendenze perché è la volubilità (o scarsa conoscenza) del cliente a comandare.
    Già in questi primi giorni dopo la presentazione sto registrando la curiosità e il desiderio edi clienti (agenzie pubblicitarie e di moda) che vorrebbero lavori (video) con la D800.
    La cosa ovviamente mi irrita il portafogli.
    Chissà. Vedremo. Al più aspetto un paio di mesi (o l’aggiornamento del firmware) per una lettura migliore della situazione e una prova “su strada” della d800.
    Intanto pondero.
    Grazie ad entrambi per sopportare le mie “paturnie”.

  10. @Dario: non sono d’accordo sulla questione dell’influenza dei clienti nella scelta delle attrezzature. Qualcuno diceva a Picasso che pennello usare o ad Ansel Adam con che furgone andare in giro?
    E’ invece interessante osservare che mentre per te la funzione chiave della D800 è decisamente quella del video, per me la possibilità di registare video è assolutamente irrilevante.
    ;-)
    Antonio

  11. Per quanto d’accordo con Antonio sul piano puramente teorico purtroppo certi clienti giudicano la tua competenza, quando ancora non ti conoscono, dalla tua attrezzatura. Amarezza :(

    In ogni caso prima di sborsare circa 3000 euro una prova su strada la vorrei fare. Non compro sulla fiducia. Aspettare il primo aggiornamento firmware potrebbe costarti anche un anno. La D300 ne ha ricevuti 2 in 6 anni e il primo dopo un anno (vado a memoria). Canon è un po’ più allegrotta sul fronte software e rilascia aggiornamenti firmware con più frequenza.

  12. Non ho ancora sperimentato nulla con i video, solo timelapse. Inutile dire che non vedo l’ora di poter cominciare ad imparare di nuovo tutto daccapo con questa possibilità. E la D800 pare proprio un bello strumento con cui iniziare!

  13. …per quei clienti lì la soluzione è la seguente:

    http://photojojo.com/store/awesomeness/camera-lens-mug/

  14. Fantastica la tua proposta Antonio.
    L’amarezza più grande la riscontro quando mi confronto con gli uffici marketing di alcune (e non poche) aziende italiane per la realizzazione o di fotografia o video industriale.
    Diciamo “piccola medio impresa italiana”. Anche se i loro fatturati sono piuttosto altini e nonotante ciò investono appena il 7% in comunicazione.
    Negli uffici di marketing incontri spesso la nipote o il nipote o il figlio del titolare (cumenda) che crede -essendosi laureato in Scienze della Comunicazione- di essere regista, montatore, fotografo e altro ancora.
    Con umiltà dico che li, in questi uffici, ci sarebbe da lavorare per il made in Italy. Alle volte mi sembra che parliamo due lingue differenti e mi sembrano relegati in un contesto di ortodossia della comunicazione.
    @Alessandro grazie per l’informazione sui firmware di Nikon. Ignoravo.
    Se vuoi divertirti con il timelapse e con il video suggerisco questo bel carrello http://www.pocketslider.de/en.html
    Io sto provando a costruirmene uno con l’ausilio di Arduino.
    Un altro pezzo simpatico -sempre da provare- che ho trovato recentemente è questo
    http://www.kolor.com/panogear-motorized-panoramic-head.html

  15. NIKON D800 I AM THE BIG PICTURE | My Private Garden | Alessandro Di Noia | Lightroom Fotografia Workshop I was suggested this website by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my trouble. You’re incredible! Thanks! your article about NIKON D800 I AM THE BIG PICTURE | My Private Garden | Alessandro Di Noia | Lightroom Fotografia WorkshopBest Regards SchaadAndy

Lascia un commento


 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: