[Photowalk] La prima passeggiata di primavera in Val Troncea – 27 marzo

Val TronceaÈ da un po’ di tempo che volevo proporlo ma per una causa o per l’altra non avevo ancora trovato il momento opportuno. Ora è finalmente arrivato il momento di fare una sana passeggiata tra amici in una valle tra le mie preferite: la Val Troncea. Un luogo stupendo dove ho già tenuto alcuni workshop e in cui torno spesso per ritemprarmi. La Val Troncea è un luogo di pace e tranquillità, la cornice ideale per assaporare la lentezza della Natura e in cui sarei felice di trascorrere una giornata con le persone che condividono il mio stesso spirito. Ma siccome non di sole metafisiche bellezze ci si nutre, gli amici del rifugio Troncea ci ospiteranno e ci coccoleranno con la loro robusta e deliziosa cucina di montagna.

Il photowalk è stato posticipato a domenica 27 marzo, a causa di un marcato pericolo valanghe segnalato dalle guide del Parco Val Troncea e dall’AINEVA. Per ulteriori dettagli potete contattarmi tramite la pagina dei Contatti

Dove andiamo

La Val Troncea è una valle laterale della Val Chisone a circa 80 Km da Torino. La si può raggiungere in circa un ora e venti minuti di auto. Da Pinerolo si prende la statale per il Sestriere, subito dopo Pragelato si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per il Parco Naturale Val Troncea. Al termine della strada asfaltata, ad un paio di chilometri dalla statale, c’è un comodo parcheggio dove poter lasciare la macchina. Da lì ci incammineremo a piedi verso il rifugio Troncea seguendo il percorso delle ciaspole (distanza 4,5 Km; dislivello 170 m; tempo 1,5/2 ore). Il sentiero che seguiremo è alla portata di tutti, per lo più in lieve salita con brevi tratti un po’ più ripidi ma sempre molto facili. Un’itinerario per tutti, che non richiede alcun allenamento particolare. I tempi per arrivare al rifugio saranno dettati da quel che incontreremo strada facendo e dalla voglia che avremo di scattare fotografie del paesaggio. Non è raro fare qualche incontro fortuito con la fauna che abita il parco.

Una volta arrivati al rifugio, dopo una sana mangiata, potremo addentrarci nella valle verso le sorgenti del torrente Chisone oppure salire in direzione dei Forni di San Martino per ammirare una vista panoramica della valle o fare qualche scatto alle caratteristiche borgate alpine, ottimi esempi di architettura rurale occitana…oppure rimanere nei pressi del rifugio e prendere il sole.

Cosa vedremo

Lungo la via avremo modo di visitare i ruderi diroccati della vecchia fonderia La Tuccia che venivano rifornite di calcopirite dalle miniere del Beth per l’estrazione di zolfo e rame. Le miniere, situate oltre i 2300 metri sull’omonimo colle, animarono per anni la vita della valle e all’inizio del secolo scorso, furono teatro di una grave sciagura che ne decretò di fatto la chiusura. Al ritorno passeremo nei pressi della borgata del Seytes esempio ben conservato di architettura occitana. Lungo il percorso troveremo poi numerosi pannelli esplicativi, messi a disposizione dall’ente parco, che renderanno la passeggiata ancor più interessante permettendo a chi ne vorrà leggere i contenuti di comprendere come si svolgeva la vita nella valle.

Le cime che si affacciano sulla valle faranno da cornice ai boschi di conifere regalandoci splendidi scorci. Particolarità della valle è avere il versante sinistro ripido e scosceso, luogo ideale per avvistare camosci e stambecchi, mentre il versante opposto si presenta più lieve e ricco di vegetazione. Proprio questi boschi sono l’habitat ideale per numerose specie alpine. Più volte mi è capitato di avvistare ungulati (principalmente cervi) e piccola selvaggina (pernici e galli forcelli) ma come sempre occorre avere un po’ di fortuna per fare questi incontri.

Qualche informazione in più

Il photowalk si terrà domenica 20 marzo. Come tutti i photowalk My Private Garden è gratuito. Il pranzo al rifugio è a parte ed ha un costo di 20 euro a persona e comprende:

  • Antipasti  misti
  • Polenta a go-go con diversi condimenti
  • Acqua e vino
  • Dolci della casa
  • Caffè & ammazza-caffè

Normalmente non sono necessarie le ciaspole per raggiungere il rifugio. In caso di nevicate nei giorni precedenti, potranno essere noleggiate ad un prezzo agevolato. In tal caso avviserò tempestivamente chi ha dato la propria adesione tramite mail. Chi volesse avere un’idea di massima di cosa potrebbe essere utile portare può leggere la pagina Cosa portare.

Chi vuole può trovarsi in corso Settembrini angolo Corso Orbassano (mappa) alle 9.00 oppure direttamente a Pragelato. Il punto di ritrovo è al parcheggio del parco (mappa) per le ore 10.45.

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

8 commenti

  1. Ciao Alessandro,
    ti seguo sempre volentieri sia su FB che su questo tuo sito ed ho visto questa allettante proposta di photowalk che hai postato il giorno 1 marzo. Come ho avuto modo di scriverti in passato, la distanza (vengo da Lecce) e gli impegni professionali e di famiglia non mi consentono di preparare la borsa e partire all’improvviso come vorrei. I probblemi più gorossi sono quelli professionali, se fosse possibile sapere con un anticipo di 30-40 giorni la data di uno di questi interessanti photowalk in Val Troncea forse avrei una possibilità. Eventualmente qualche cosa in un fine settimana nel mese di maggio? Come quello che hai organizzato lo scorso anno, per intenderci.
    Cordialmente. Antonio

  2. Antonio grazie mille per il tuo interessamento. Mi fa davvero molto piacere sentire le tue parole. Sto preparando le prossime uscite, ma ammetto che non sempre riesco a giocare d’anticipo come vorrei. Sicuramente per maggio farò qualcosa in montagna, forse non in Val Troncea ma comunque sempre in zona. Appena avrò qualche data certa te lo farò sapere! Se non l’hai già fatto iscriviti alla newsletter o ai feed RSS e riceverai gli aggiornamenti non appena vengono pubblicati. A prestissimo!

  3. Ciao Ale, mi piacerebbe molto esserci, ma purtroppo per quella data ho altri impegni. Sarà per la prossima volta. A presto.

  4. Michelangelo, alla prossima! Tranquillo che non mancheranno le occasioni ;-)

  5. ciao alessandro, una domanda banale, ma magari serve anche ad altri: dovesse fare brutto tempo? neve, pioggia o nebbia…

    grazie, non vedo l’ora sia il 20 :)

  6. Ciao Enrico, domanda più che lecita! In caso di pioggia o neve rimanderei alla settimana successiva, domenica 27 marzo. Vice versa se ci fosse solo cielo coperto o nebbia il photowalk si terrà lo stesso. In caso di rinvio tutti gli iscritti verranno avvisati via mail.
    Anche in caso di tempo incerto la Val Troncea rimane un bel posto dove trovare diversi spunti fotografici interessanti. Anzi proprio queste condizioni particolari a volte creano occasioni più interessanti per scattare foto insolite.

  7. Ciao Alessandro,
    sai chi sono, vero ?
    sono finito per caso sul tuo blog….
    Bravo, ottime foto, interessante l’idea del Photowalk ….. e poi proprio nella “mia valle” …
    Ciao.
    a presto.
    Danilo.

  8. Eh certo che ti conosco! Ciao Danilo!
    Grazie per i complimenti. La Val Troncea è anche un po’ mia, una valle veramente stupenda.

Lascia un commento


*

 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: