Il mio workflow con LR: la pubblicazione

LR3Siamo ormai giunti alla quarta ed ultima parte degli articoli che ho dedicato agli strumenti di Lightroom che utilizzo nel mio workflow. In questo post ultimo post sull’argomento, parleremo degli strumenti che Lightroom mette a disposizione per pubblicare le nostre fotografie. Dopo aver importato, catalogato e sviluppato i nostri scatti, quel che ci rimane da fare è mostrarli ai nostri amici o ai nostri clienti, sul web, su un CD o stampando su carta. Anche in questo passaggio Lightroom si dimostra all’altezza delle aspettative offrendo strumenti che rendono questo passaggio semplice come premere un pulsante.

Da quando ho iniziato a scrivere questa serie di articoli, Adobe ha rilasciato una nuova versione di Lightroom. Ormai giunto alla terza versione, sono stati introdotti alcuni miglioramenti, a cui abbiamo già accennato in questo post, che stanno modificando il mio workflow. Per quanto riguarda la pubblicazione, le novità introdotte non mi hanno particolarmente affascinato ma ho dedicato un paragrafo apposta al fondo dell’articolo.

Il mio workflow con LightroomQuesto post fa parte della serie Il mio workflow con Lightroom. Leggi anche gli altri post per scoprire come Lightroom ha snellito il mio workflow.
LR3

Una volta sistemati i propri scatti lasciarli soli soletti sui nostri hard disk avrebbe poco senso. I modi per poter esporre con Lightroom le proprie fotografie sono molti. È possibile stampare le foto su carta fotografia oppure creare una presentazione da vedere su un televisore o ancora creare una galleria di immagini da pubblicare sul proprio sito web o caricare le foto su una photo community come Flickr. Quale che sia il vostro metodo preferito o che li usiate tutti Lightroom ha degli strumenti che vi permetteranno di risparmiare moltissimo tempo.

Il modulo Presentazione o Slideshow

Ammetto che questo modulo finora l’ho usato davvero poco. Fino alla versione due di LR era possibile creare una presentazione in PDF o esportare le singole foto in formato JPEG. Queste opzioni le trovavo talmente poco utili da indurmi ad utilizzare software dedicati per creare le poche presentazioni che ho realizzato. Con l’ultima versione di Lightroom le cose sono molto cambiate e sto cominciando ad usare lo slideshow per confezionare alcune presentazioni. La novità senza dubbio più importante è la possibilità di esportare la presentazione come video in formato MP4 anche in HD a 1080p. Questa opzione rende la creazione di presentazioni molto più versatile. Anche la selezione della colonna sonora da usare è migliorata rispetto alla precedente versione.

Come in tutti i moduli è possibile creare dei preset in cui memorizzare le impostazioni usate più spesso. In questo modo sarà possibile richiamarle successivamente con un solo click. Una volta trovato un setup di nostro gradimento sarà possibile salvarlo come preset e richiamarlo successivamente risparmiando molto tempo. Lightroom mette già a disposizione diverse configurazioni da cui trarre ispirazione o da utilizzare così come sono.

Pur considerando questo metodo di pubblicazione marginale per il mio modo di lavorare devo dire che ancora una volta Lightroom ha messo in campo degli strumenti interessanti. Vale la pena provare ad usarli anche solo per mostrare agli amici le foto di ritorno da un viaggio o per divertirsi improvvisandosi art director.

Il modulo Stampa o Print

Questo modulo permette di preparare le fotografie per la stampa. Anche se principalmente rivolto a chi stampa in casa può essere utile anche a chi usufruisce di servizi di stampa online. Senza dubbio il vantaggio maggiore di questo modulo è la facilità con la quale si può usare un workflow di stampa completamente color managed quasi senza rendersene conto. Se si desidera essere ancora più precisi è comunque possibile usare profili di stampa ad hoc creati con un calibratore o forniti dal service di stampa. C’è anche la possibilità di creare delle griglie di stampa per ottimizzare il consumo di carta o stampare dei provini a contatto su un unico foglio..

Il modulo Web

Uno dei metodi di pubblicazione che uso maggiormente è la pubblicazione tramite web gallery. Grazie ad esso è possibile creare dei veri e propri mini siti fotografici con tutte le funzionalità necessarie a sfogliare le immagini. Lightroom fornisce due generatori di gallerie web predefiniti. Uno per creare gallerie in HTML e uno che le crea in Flash. Solitamente uso la più basilare e semplice galleria HTML più che altro  per la sua leggerezza e la totale compatibilità con qualsiasi browser. In rete si trovano anche altri motori per generare delle gallery più complesse. Per ora non ne ho mai avuto la necessità ma potrebbe essere un’esigenza di alcuni fotografi.

Tra le tante funzioni interessanti che sono a disposizione c’è senza dubbio la possibilità di aggiungere automaticamente un watermark a tutte le foto della raccolta, ovvero una scritta trasparente in sovraimpressione per evitare che le foto vengano usate senza il permesso o per associare allo scatto il nome del fotografo.

L’esportazione

Questo è senza dubbio il metodo che di pubblicazione che sfrutto di più. Come già ripetuto fino allo sfinimento Lightroom mette a disposizione dove ha senso, la possibilità di creare dei preset. Anche con l’export esiste questa comodità. Grazie ad essa si può creare, ad esempio, un preset per l’esportazione sul proprio blog dove vengono definite le dimensioni, la compressione e la qualità della foto da esportare, oppure un altro per esportare la foto con le dimensioni originali per poterla successivamente elaborare con un altro software o per venderla ad un cliente e via dicendo. Attualmente ho circa una ventina di preset, uno per ogni destinazione o uso: Flickr, il blog, la vendita, ecc. Questo mi permette di compiere l’operazione di pubblicazione in maniera rapida e senza dovermi ricordare tutte le volte le impostazioni usate precedentemente.

Cosa cambia con LR3?

Con l’arrivo di LR3 sono cambiate alcune cose anche nella pubblicazione degli scatti. Oltre ai sistemi presenti nella precedente versione è stato introdotto un nuovo modo di pubblicare le foto che permette di sincronizzare il proprio acount Flickr con LR e di visualizzare anche i commenti e i fav ricevuti. Diversi sviluppatori hanno sviluppato dei plugin per altre photo community come Zenfolio, Smug Mug e altre ancora. Personalmente non sono rimasto molto colpito da questa novità, e a dire il vero non la uso quasi per niente ma forse altri l’apprezzeranno più di me.

Sarei curioso di sapere da voi quali strumenti, plugin o preset utilizzate per pubblicare le vostre foto con LR. Ti va di condividerli?

Ti è piaciuto? Dai uno sguardo anche a...

Se hai trovato interessante questo post non perderti i prossimi.
Iscriviti ai feed RSS o abbonati alla newsletter, riceverai non più di una mail al mese. Il modo migliore per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

9 commenti

  1. Ho letto tutti gli articoli del tuo workflow con LR, ottime pubblicazioni!

    Ho provato il modulo presentazione il LR3, ho creato un file mp4, si vede nel pc ma non nel tv. E’ possibile creare altro oltre ad un mp4?

    ciao.

  2. Da quanto ne so, LR esporta gli slideshow solo in PDF oppure nel formato video H.264 MPEG-4. Se vuoi creare CD o video con le tue foto prova a vedere se Proshow fa al caso tuo (a pagamento)

  3. Ma con Lightroom non si può esportare una foto con una cornice personalizzata?
    In caso contrario hai qualche programma (possibilmente gratuito visto che mi servirebbe solo per questo) da consigliarmi? Al momento io utilizzo Lightroom e ViewNX 2.
    Ciao e grazie ancora.

  4. Lightroom non ha alcun supporto per cornici personalizzate. Con il plugin LR/Mogrify è possibile creare alcune cornici ma niente di particolarmente elaborato.

    Mi viene però in mente un metodo non convenzionale di usare i layout di stampa di LR per creare un template con la cornice e che potresti applicare con un batch di stampa a tutte le foto che ti occorrono. Non sono sicuro che funzioni, non avendolo mai provato, ma potrebbe essere un’idea.

    Io per questo genere di lavorazioni uso Photoshop, creo una action, la esporto come droplet e la richiamo da LR al termine di un batch di esportazione.

  5. Grazie mille, intanto provo il tuo plugin. Nel futuro magari vedrò di procurarmi Photoshop.

  6. Ciao, volevo farti i complimenti per gli articoli sull’uso di Lightroom ma cerco ancora delucidazioni sull’uso diversificato tra parole chiave, raccolte, nome di file e cartelle, cosa che non ho trovato da nessuna parte.

    Esempio: vado con gli amicie la morosa a fare un giro alle 5 terre e sucessivamente a Viareggio; ora nel tuo workflow come procederesti nell’assegnazione di parole chiave, raccolte ecc..?
    Chiameresti i file in modo progressivo diversamente per Viareggio e le 5 terre? organizzeresti una raccolta Viareggio e una 5 terre e i nomi dei singoli paesi li includerensti nelle parole chiave di ogni singola foto come anche il nome degli amici o in quale altro modo procederesti..?

    Ho molta confusione in testa..(quando puoi andare ovunque finisce che non vai da nessuna parte, come quando si hanno troppe possibilità salvo poi capire che determinate scelte erano sbagliate dall’inizio, cosa che vorrei evitae..)

    Grazie
    Paolo

  7. Parole chiave, raccolte e cartelle sono solo strumenti diversi per raggiungere un unico obiettivo: organizzare i tuoi scatti. Puoi usarli tutti o solo in parte. Il bello è che possono essere combinati tra loro per raggiungere la soluzione più comoda per le tue esigenze. Penso proprio che questo argomento sarà oggetto di un prossimo post. Grazie per lo spunto.

    Per rispondere alla tua domanda in casi simili faccio così: importo le foto in cartelle suddivise per data (LR lo fa in automatico). Metterei le foto delle Cinque Terre in una raccolta, quelle di Viareggio in un’altra e poi entrambe le raccolte in un set di raccolte che chiamerei con un nome evocativo (Viaggio Cinque Terre + Viareggio 2011). Inoltre taggherei le foto dei singoli paesi con le opportune parole chiave. I nomi dei file li lascerei invariati.

    Grazie per i complimenti.

  8. Ti starai perdendo nei complimenti ma te li faccio anch’io per i tuoi post! Sono utilissimi!
    Una domanda sull’esportazione: scattando in raw, in che formato consigli di esportare per mantenere un’ottima qualità? Jpeg massima risoluzione?

    Ciao e grazie
    Paola

  9. Grazie! Che formato usare? Dipende. Se esporti per stampa o per le agenzie di stock va bene il JPEG con una compressione minima (in LR valori compresi di qualità tra 90 e 100). Se lavori con grafici o designer è più probabile che ti richiedano file TIFF o addirittura un PSD.

    Considera che anche al 100 un JPEG è comunque un formato compresso di tipo lossy ovvero che perde alcune informazioni in favore di una dimensione del file ridotta. Per intenderci un RAW di una macchina a 12 MP peserà circa 15 MB mentre il corrispondente JPEG oscillerà intorno ai 5 MB: quei 10 MB di differenza sono tutte informazioni sul colore e sulla luminosità dei singoli pixel che sono andate perdute. Ecco anche spiegato prosaicamente il motivo per cui conviene lavorare con i RAW anzichè con i JPEG.

Lascia un commento


*

 
QR Code Business Card
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: